Santissimo Sacramento

(164/201) Domenica 13 giugno 2021
S. Antonio Padova
(Festività Patronale PADOVA)
Primavera
32751
Santissimo Sacramento Santissimo Sacramento Santissimo Sacramento Santissimo Sacramento

Parrocchia del Santissimo Sacramento

Via Angelo Celli, 10

Frascati

Parroco: Don Franz Vicentini

PARROCCHIA SS. SACRAMENTO

Via Angelo Celli, 10 00044 Frascati
Tel. 069420514
sacram.frascati@gmail.com


ORARIO DELLE SANTE MESSE

Nei giorni festivi: ore 9,00 - 10,30 - 12,00 - 18,00
Nei giorni feriali: ore 7,00 - 18,00

  * * *
 

Da domenica 29 novembre 2020, prima domenica di Avvento, nelle chiese del Lazio la S. Messa si celebra con il nuovo Messale.
Martedì 10 novembre, 
durante una cerimonia in Cattedrale,
il Vescovo ha consegnato il nuovo Messale
ai Parroci ed alle Comunità Parrocchiali

  * * *

  * * *

 * * *

 















































































news 08/06/2021

PARROCCHIA SS. SACRAMENTO

Via Angelo Celli, 10 -  00044 Frascati - Tel. 069420514
sacram.frascati@gmail.com 
 www.santissimosacramentofrascati.it
 fbAmici Santissimo Sacramento


ORARIO DELLE SANTE MESSE

   Nei giorni festivi le Sante Messe sono celebrate 
      alle ore 9,00 - 10,30 - 12,00 - 18,00       
    Nei giorni feriali: ore 7,00 e 18,00      

VENERDI' 11 GIUGNO

SOLENNITA' 
 
DEL SACRATISSIMO CUORE DI GESU'

    IL TEMPO ORDINARIO

 

Il tempo Ordinario inizia dopo la domenica del Battesimo di Gesù e si interrompe con il Mercoledì delle Ceneri, per riprendere dopo la domenica di Pentecoste e protrarsi fino alla domenica di Cristo Re.
La domenica successiva sarà ancora la prima domenica di Avvento, quando l’anno liturgico avrà di nuovo il suo inizio.
Il tempo Ordinario è il tempo della speranza, dell’ascolto e della testimonianza nella vita quotidiana.
Il colore liturgico è il verde. 
  


APPELLO AL CUORE

Il coronavirus ha provocato seri problemi anche economici alle famiglie della nostra Parrocchia che non riescono a far fronte al pagamento di utenze.  
Intanto, gli aiuti che pervengono sono man mano diminuiti e non ci consentono i consueti aiuti alle famiglie ed ai singoli. 
Occorre l'aiuto di tutti per far fronte a questa emergenza e chiedo, quindi, a voi, cari amici parrocchiani di contribuire in base alle possibilità di ciascuno per sovvenire alle necessità materiali dei parrocchiani in difficoltà.   
Papa Francesco insiste sulla fraternità e l'amicizia sociale e ci ricorda che nessuno deve rimanere escluso. Bisogna condividere il pane per moltiplicare la speranza. 
La tua offerta può essere fatta con bonifico bancario o direttamente al Parroco.
Parrocchia del Santissimo Sacramento  
IBAN: IT 37 K 05696 39100 00000 2980X42  
N.B.: L'offerta può essere detratta dalle tasse
Un grazie a tutti. 
Insieme possiamo superare questo momento.
Vi benedico.
                                    Don Franz

 25° ANNIVERSARIO DI SACERDOZIO

DI DON FRANZ
 
- 20 aprile 1996 - 20 aprile 2021 -
 
 

"Lo spirito del Signore è su di me. 
                 Per questo mi ha consacrato con l'unzione, 
                                 e mi ha mandato per annunziare un lieto messaggio"
                                                                                                     (Luca, 4, 18)
  
 

“La gioia del sacerdote è un bene prezioso non solo per lui ma anche per tutto il popolo fedele di Dio. Esiste in questo mondo una gioia genuina e piena: quella di essere preso dal popolo che uno ama per essere inviato ad esso come dispensatore dei doni e delle consolazioni di Gesù, l’unico Buon Pastore che, pieno di profonda compassione per tutti i piccoli e gli esclusi di questa terra, ha voluto associare molti al suo ministero per rimanere e operare Lui stesso, nella persona dei suoi sacerdoti, per il bene del suo popolo. Io sono Sacerdote perché Lui ha guardato con bontà la mia piccolezza.”                                                                                                                                       (Papa Francesco)

 
 
ABBIAMO CONDIVISO CON DON FRANZ
QUESTO IMPORTANTE MOMENTO
DI GIOIA PERSONALE E COMUNITARIA

Domenica 25 aprile 2021

25° don Franz

20 aprile 1999 – 20 aprile 2021

Caro don Franz,
la Comunità del SS Sacramento è lieta di partecipare alla tua gioia per il venticinquesimo anniversario della tua ordinazione sacerdotale, ma si chiede:” Ci sono tanti “mestieri” per fare del bene, perché don Franz ha scelto questo?”
Certamente è stata la tua famiglia (ricordo che, con i genitori e i fratelli, ci hai sempre parlato con particolare affetto di tuo nonno Franz) la nicchia dove si sono formate e sviluppate la tua mente e la tua coscienza, la sensibilità alla preghiera e allo spirito di servizio.  La tua famiglia è stata la strada che Dio ha trovato per farsi seguire da te e farti diventare “pescatore di uomini”.
Poi, il Signore si è messo al tuo fianco, tu lo hai riconosciuto e continui a riconoscerlo davanti agli uomini, e anche Gesù ti ha riconosciuto, ti ha scelto e non ti abbandonerà mai. Un grande privilegio, un grande onore che, oggi, purtroppo, tocca a pochi.
Quando hai riconosciuto questa chiamata, tu hai accettato senza condizioni il compito che Lui ti affidava: annunciare il Vangelo. Ma per annunciarlo bene, come fai tu, significa che sei veramente in sintonia con Dio, perché nessuno si può attribuire questo onore se non chi è chiamato da Dio.
Caro don Franz,
questo anniversario segna una tappa di rilievo nel tuo cammino personale, ma è altrettanto vero che tale traguardo è anche un po’ della comunità del SS. Sacramento, perché il Signore ha affidato questa comunità al tuo cuore.
E tu ci hai dato non soltanto l’amicizia, ma ti sei fatto prossimo nella nostra sofferenza, nel nostro dolore e nelle prove che la vita ci ha posto dinanzi.   
Così noi abbiamo potuto sperimentare la tua dedizione pastorale e il tuo servizio sacerdotale sempre attento, noi abbiamo conosciuto la tua fede e la tua carità, attraverso il ministero della Parola a te affidato tu ci hai fatto parlare direttamente con il Signore.
Dopo la tua famiglia desidero rivolgere un pensiero grato a tutte le persone, a quei sacerdoti, in particolare, che hanno svolto un ruolo determinante per la tua vocazione e la tua formazione.
Quelli trascorsi, caro don Franz, sono stati, anni ricchi di esperienze, di incontri, di amicizie e anche di sofferenze e di preoccupazioni.
Oggi nel tuo cuore ci deve essere tanta gratitudine: a Dio per averti chiamato; alla tua famiglia per averti aiutato a trovare la tua strada; a quelli che hanno accompagnato con pazienza la tua formazione; ai Vescovi che hanno avuto fiducia in te; ai confratelli sacerdoti della nostra Diocesi; alle persone che hai incontrato.
Ma il 25° di sacerdozio è soltanto un momento di un bilancio provvisorio. È la sosta in cui si riprende fiato per ripartire con più slancio di prima. Ci si volta indietro per un momento e si valuta il tratto di strada percorso da quando si è sentita, forte ed esigente, la chiamata del Signore.
E così il 25° di sacerdozio diventa occasione per rinnovare la volontà di seguire il Signore e di servirlo ancor più generosamente nel ministero sacerdotale, a vantaggio di tutti gli uomini, a favore di quelle persone che il Signore ancora vorrà mettere sul tuo cammino, quelle vicine e lontane, quelle più fragili e deboli, quell’umanità sofferente e colpita da ogni male, specialmente dal peccato.
Perché il Signore ti ha detto: Franz, “pasci le mie pecore”.
E tu, come ha detto Papa Francesco, “conosci l’odore delle pecore” perché te le sei caricate sulle spalle da 25 anni e continui a farlo con la generosità di chi è stato afferrato dalla grazia di Dio.
Tu lo sai cosa è la grazia, è qualcosa di profondamento intimo: qualcuno ti ha cercato, ti ha dato dei segni, ti ha detto di seguirlo, ancor prima che nascessi.
Dio ti ha progettato come voleva che tu fossi, ti ha affidato al grembo giusto, alle mani giuste e poi ti ha detto “seguimi”.
E tu, come gli Apostoli, hai lasciato le reti e lo hai seguito.
Che fatica stargli dietro, che fatica ragionare come Lui.
25 anni: una tappa da cui per ripartire e, grazie al bagaglio delle esperienze acquisite, continuare l'impegnativa missione sacerdotale, per essere profeti di speranza, annunciatori di Verità, ministri della Grazia, servitori della Vita ed esercitando un ruolo di riferimento per tutta la comunità, con una particolare attenzione al mondo giovanile, alla catechesi, alla formazione.
Caro don Franz,
ti auguriamo di cuore di continuare a tracciare una strada, anche dove una strada non c’è, di avere il coraggio di metterti in gioco, di avere fiducia in te stesso e in Colui che ti guida, di conservare il tuo entusiasmo affinché per tutte le strade che percorrerai e i campi che lavorerai, tu possa continuare a seminare ancora per molto tempo, e per questo chiediamo alla Vergine Maria di sorreggerti nel tuo cammino pastorale.
E adesso chiediamo qualcosa anche per noi.
In questo percorso di vita nel quale ci siamo incontrati, perché il Signore così ha voluto, e anche di questo lo ringraziamo, chiediamo di partecipare alla tua testimonianza evangelica, così cammineremo ancora insieme sulla via della santità che il sacerdote deve percorrere con entusiasmo sempre nuovo e sulla quale noi vorremmo seguirti.
Che il Signore benedica te, la tua scelta, la tua vita e quella delle persone che ti sono care e di quelle che ti incontrano.
Auguri don Franz!